RINVIATO IL CALENDARIO DEL CLUB A CAUSA DELL'EMERGENZA COVID
Data e ora 11/02/2020 20:00 Tipo Riunione Cena
Relatore Livello di Club
Luogo Ciccio Marina indirizzo

LA FINANZA SOSTENIBILE AL ROTARY 'CARRARA E MASSA' All’ultima conviviale del Rotary Club ‘Carrara e Massa’, una delle nostre eccellenze ha tenuto una relazione sul tema della finanza sostenibile. Anticipato dall'introduzione del Presidente Matteo Bertucci, il carrarese Nicola Trivelli, primaria figura nel settore bancario e degli investimenti in Italia, ha tratteggiato un ritratto incoraggiante della finanza. Il carattere freddo del mondo degli affari ha lasciato il posto ad una visione più confortante, soprattutto per chi teme di vedere le esigenze della sostenibilità schiacciate dalle ragioni del profitto. Con un’esposizione colma di riferimenti, Trivelli ha fatto conoscere le ultime tendenze, sempre più orientate a favorire iniziative imprenditoriali sostenibili. In particolare, si tratta di ciò che viene abbreviato come SRI, l’acronimo che sta per Sustainable and Responsible Investment, investimenti etici e responsabili, che sempre più gestori di fondi hanno deciso di offrire ai propri clienti. Una tendenza che dal 2015, anno in cui 195 Paesi hanno sottoscritto un accordo che definisce un piano d’azione globale per evitare cambiamenti climatici pericolosi, giunge a gennaio 2020 con il Green Deal europeo: una serie di misure, queste ultime, soprattutto leggi e investimenti, volte a rendere più sostenibili e meno dannosi per l’ambiente la produzione di energia e lo stile di vita dei cittadini europei. Come si può comprendere, la spinta è quella che discende dalla paura dei rischi ambientali che gravano sulla collettività mondiale. Senza trascurare l'attenzione per il sociale e la governance dell'impresa. Ciò che è ritenuto decisivo è, infatti, il comportamento, non solo in campo ambientale, ma anche sociale e di buon governo, tutti elementi che contribuiscono a tracciare un rating di sostenibilità complessivo. Assai interessante è stato anche il riferimento ai cosiddetti 'Thematic Bonds', strumenti di debito che finanziano progetti ambientali o sociali, oltre che ai 'Social Impact Bonds', mediante i quali gli investitori finanziano direttamente una serie di interventi per migliorare un risultato sociale che è di interesse anche per gli enti governativi; e, infine, ai 'Charity Bonds', prestiti tra un ente di beneficenza o un'impresa sociale e un gruppo di investitori sociali. Insomma, Trivelli ha mostrato come il denaro sia oggi occasione di tutela e di benessere diffuso, oltre che sola opportunità di investimento.